logo-chimicare descrizione-chimicare
Loading...

Storia della chimica a fumetti: torna 30 anni dopo in ebook una chicca per collezionisti e chimici curiosi

storia-della-chimica-a-fumetti-ebook

Torna, in formato digitale, il volume “La chimica a fumetti” pubblicato trent’anni fa da Luca Novelli e Cinzia Ghigliano, all’interno dell’iniziativa “Il Progetto Cultura Montedison 1984”, di cui fecero parte anche “La Storia Naturale, da Ippocrate al DNA”, pubblicata alcuni anni dopo, e molti altri.

Allora l’Italia era ancora un paese leader nella chimica nel mondo. E il “progetto cultura” poteva contare su personaggi come Rita Levi Montalcini e Renato Dulbecco, oggi scomparsi. Inoltre, anche il fumetto italiano stava attraversando il suo momento d’oro. La collana poteva quindi sembrare un gioco, un’autocelebrazione. Nella migliore delle ipotesi un esperimento. Invece si rivelò una collana di “opere di divulgazione di alto livello dove la struttura del fumetto, lungi dall’ipersemplificare il racconto, permette invece collegamento analogici che nessun testo scritto consentirebbe”, come ebbe a scrivere Eugenio De Rosa qualche anno dopo, in occasione della mostra tenuta al Museo di Storia Naturale di Milano.
Poi il silenzio, rotto ogni tanto da collezionisti, chimici e curiosi che in questi anno non hanno fatto che invocarne una ristampa, se non proprio un originale.

Costoro e tanti altri saranno quindi felici di sapere che la versione ebook de “La chimica a fumetti è ora disponibile su iTunes Store, edito da If con una prefazione di Gianmarco Ieluzzi.

Oggi come allora un esperimento divulgativo

La “Chimica a fumetti”, ma più esattamente dovremmo dire la “Storia della chimica a fumetti“, doveva essere un interessante esperimento di divulgazione scientifica che sfruttava la narrazione per immagini per accompagnare una sintetica ma accurata ricognizione sulle pietre miliari e i protagonisti della chimica, lungo ben 3000 anni di storia.

Un’impresa complicata ma ben congegnata, grazie ai testi di Luca Novelli e ai disegni di Cinzia Ghigliano. Il primo è uno scrittore, disegnatore e giornalista che ha dedicato gran parte della sua vita alla divulgazione per ragazzi. La seconda invece è una delle fumettiste italiane di maggior talento.

L’ebook

storia-della-chimica-a-fumetti-ebook_copertinaL’opera uscì in volume di 128 pagine più copertina, per la Milano Libri Edizioni. E, come detto, era ormai introvabile anche sul mercato collezionistico. Oggi lo stesso volume, accuratamente restaurato e rimasterizzato, è riproposto ai lettori in formato digitale, in una versione “anastatica” che conserva cioè gli apparati redazionali originali.

Di che cosa parla? Semplice: di tutta la storia dell’uomo o quasi. Si può dire infatti che la storia della chimica abbia inizio con le prime manipolazioni dell’uomo sulla materia. E precisamente con la scoperta della metallurgia, esercitata da affascinanti figure di fabbri-minatori-maghi, capaci di trasformare la materia inerte in metallo vibrante e in attrezzi in grado di potenziare le attività umane. E così, strada facendo, in diciotto agili capitoli nei quali i testi si fondono alle tavole disegnate e “spiegate” da didascalie, si risale la china dei secoli fino ai progressi del XX secolo nel campo della salute, dell’alimentazione e della qualità della vita conl’invenzione delle fibre sintetiche e dei fertilizzanti di sintesi, tanto per citarne due che ormai fanno parte della nostra vita quotidiana.

Un lavoro simile non poteva andare sprecato. E ora che ce l’hanno ridato, spero che siano in molti ad approfittarne, a costo di turarsi il naso se si appartiene alla categoria dei puristi del libro da sfogliare e vivere con tutti e 5 i sensi.

Il libro, e quindi l’ebook, si rivolge a chiunque abbia la curiosità di scoprire attraverso quali tappe l’umanità sia arrivata a comprendere di cosa è fatta, come si comporta e come può essere utilizzata la materia che ci circonda.

Guai a chi se lo perde!

8 risposte a Storia della chimica a fumetti: torna 30 anni dopo in ebook una chicca per collezionisti e chimici curiosi

  • Marco Capponi scrive:

    Bellissima idea! Possiedo “La storia della chimica a fumetti” (trovata su ebay) e ricordo che qualche vignetta era riportata anche sul libro di scienze che avevo in dotazione da studente di scuola media: ho davanti a me Wohler che racconta a Berzelius di aver sintetizzato l’urea e questi gli risponde: “Impossibile”. Un testo semplice che può fare del bene, se utilizzato da menti che sanno valorizzarlo al meglio. Benvenuto all’e-book!!! MC

  • Franco scrive:

    Per la scelta degli argomenti-chiave posso aiutarvi io. In relazione alla forma fumetto potrei sbizzarrirmi con quelli che mi stanno più a cuore, come il rapporto chimica-società, la concezione della chimica, i fraintendimenti, i luoghi comuni, ecc in un contrappunto di vicende ed immagini tra il lavoro dei chimici e la vita di chi sta fuori…
    Come associazione Chimicare possiamo offrire il patrocinio sia formale che eventualmente un piccolo supporto economico, oltre alla promozione garantita e la possibilità di commercializzare il prodotto (la vendita dei prodotti editoriali è prevista in statuto), ovviamente con reinvestimento totale degli eventuali proventi a fini scientifico-divulgativi.

  • Franco scrive:

    Ehm… E chi si farà avanti per provare a contattare l’editore ed intrattenere il futuro rapporto nell’ottimistica prospettiva che esso possa accettare? Ma soprattutto: chi fra di noi avrà le adeguate capacità tecniche di disegnare fumetti? :-p
    A.A.A. Fumettista cercasi!

    • per l’editore me ne posso occupare io. In signo sono brava ma il fumetto non è il mio genere. Forse Gianluigi Filippelli può aiutarci trovarne uno: è un esperto di fumetti!
      Più che altro si tratterà di pensare temi storia e quindi scrivere i testi stile fumetto. Qui mi sa che ci vuole un confronto a più teste per buttar giù qualche idea 🙂

      • Gianluigi scrive:

        Mi avete chiamato e sono arrivato!
        Per l’editore non saprei: si potrebbe provare con Codice Edizioni, che sta mettendo alle stampe Cosmicomic di Amedeo Balbi.
        Per lo sceneggiatore, mi potrei anche candidare io (molto scherzo, ma un po’ sono serio!), ovviamente non da solo, che la chimica è veramente vasta e io sono un umile fisico, per giunta teorico…
        Come disegnatore, non so proprio… Rossano Piccioni (quello di Cosmicomic), da quel poco che ho visto, non sembra male, anzi!

        • Ehh sapevo che avresti fornito nomi e suggerimenti giusti. 🙂 Come sceneggiatore posso darti una mano io. Anche io preferisco il 4 o più mani (si offre qualcun altro?) non essendo chimico sarei più lenta e dovrei focalizzarmi su un tot numero di argomenti.

          Per il disegnatore non avrei saputo chi dire.

          Quasi quasi pensavo di provare a mettere giù una sceneggiatura di prova. Anche perché se si cerca un editore bisogna presentargli un progetto. Tu che ne dici? If editore di “storia della chimica a fumetti forse non va bene: mi sembrano più orientati a rimettere in circolazione online vecchie serie/collane anche introvabili piuttosto che produrre cose nuove. Lodevole ma non quello che fa per noi a meno che non ci siano altri fumetti della chimica in giro. In inglese sicuramente. In italiano non so

  • Franco scrive:

    Fantastico: una chicca per intenditori ed appassionati un po’ fanatici la cui esistenza aleggiava ormai da anni insinuandosi un po’ in tutte le discussioni sulle modalità più originali per fare divulgazione della chimica. All’Ordine dei Chimici del Piemonte, se ricordo bene, ne era stata pure “distratta” l’ultima copia in possesso, in occasione della sua esposizione al pubblico in uno stand fieristico.
    Grazie Emanuela per la preziosa segnalazione!

    Franco

    • Ah, ma qui siamo solo alla storia della chimica. Adesso che l’abbiamo recuperata. Possiamo andare oltre e raccontare i fatti della chimica. Ci sono così tanti argomenti… Confido nello stesso editore. Mi va bene pure il formato ebook anche se preferirei il cartaceo. Sono certa che se l’editore mettesse a disposizione dei bravi grafici qualche associato che voglia curare testi e supervisione scientifica si troverebbe. Vero?!!!

      In inglese ci sono: male che vada si può sempre farne una traduzione. Ma perché vedere l’erba del vicino sempre più verde… 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo-divulgazione
logo-carnevale