logo-chimicare descrizione-chimicare
Loading...

Rosso anti-abbuffata: nel colore dei piatti il segreto per non ingrassare a Natale

sottopiatti-rossi-effetto-neve-Natale_donnarita_magazine_decor_fareIl segreto per non abbuffarsi a tavola? Utilizzare il colore più natalizio che ci sia: il rosso.

Uno studio condotto da psicologi dell’Università di Parma dimostra, infatti, che servendo le pietanze in piatti rossi si finisce per mangiare meno.

Una scoperta interessante che capita a fagiolo, come si suol dire. Le feste che ci prestiamo a trascorrere tra regali, dolci e lauti pranzi in compagnia metteranno a dura prova la nostra capacità di resistere alle tentazioni. E sapere che basta scegliere stoviglie di un colore particolare per limitare i danni alla linea non può fare che piacere. Se poi questo colore è quello più adatto al Natale si può dire di aver fatto tombola!

In effetti qui sta l’unico “inghippo” dello studio pubblicato sulla rivista Appetite dal team condotto da Nicola Bruno e coordinato da Claudio Oleari dell’ateneo parmense. Come mai le feste di Natale regalano in media 2-3 chili in più a testa ogni anno, se il rosso è praticamente una regola della tavola natalizia? Dovremmo pensare, forse, che se non mettessimo tanto rosso a tavola di nostro i chili in più dopo l’Epifania sarebbero ben maggiori di quelli che ci ritroviamo?

Gli esperti non lo dicono. Tuttavia, i loro risultati fanno pensare.

Lo studio

Per l’indagine che ha coinvolto 240 individui hanno utilizzato piatti di diverso colore (bianco, blu e rosso appunto), nei quali hanno servito alternativamente pop corn, crema per le mani o cioccolato, senza svelare il reale scopo dell’esperimento. I partecipanti dovevano limitarsi a valutare la bontà delle “pietanze” così proposte.

Quello che emerso però è proprio che  i  prodotti serviti nei piatti rossi venivano consumati in minor misura, indipendentemente dal grado di apprezzamento degli stessi (che restava invariato al variare del colore dei piatti) e dal contrasto cromatico tra contenuto e contenitore.

“Benché non sia chiaro il motivo dell’‘effetto rosso’ – scrivono gli psicologi sul loro lavoro – i nostri risultati lascino aperte diverse possibilità, ma allo stesso tempo potrebbero essere utili come punto di partenza per future nuove spiegazioni”.

Soluzione fai da te

Non ci resta che attendere ulteriori sviluppi. Nel frattempo conviene apparecchiare la tavola di Natale con il più tradizionale dei colori. Se poi  vogliamo rendere il nostro rosso ancor più natalizio, potremmo aggiungergli una spruzzata di bianco a effetto neve, come i sottopiatti  che vedete nell’immgine di apertura (Foto Francesca Contini Orsetti). Un’idea originale  proposta da MariaRita Macchiavelli per  le  cene  delle  feste che avevo pensato di reinterpretare nel mio colore preferito, il blu, per stupire gli  ospiti con tocco di eleganza diversa dall solito. Ma visti i risultati di questo studio credo proprio che rinuncerò per non attentare più del dovuto alla linea mia e dei miei commensali.

3 risposte a Rosso anti-abbuffata: nel colore dei piatti il segreto per non ingrassare a Natale

  • Franco scrive:

    Bè… io non riuscivo a mangiare bene neanche nei piatti verde scuro che usava mia sorella.
    Il colore rosso sarà per l’accostamento atavico al sangue, che porta da un lato a coinvolgimento emozionale e dall’altro al potere saziante della carni consumate crude?

    • Ci ho riflettuto parecchio sul perché il rosso dovrebbe frenare la nostra ingordigia a tavola. Anche perché il rosso lo consideravo colore della passione, qualcosa che accende piuttosto che spegnere… Ma è vero che il rosso è anche colore simbolo di pericolo e quindi di “stop”. Con me funzionerebbe benissimo in questo senso: a me il rosso non piace per nulla, per cui in piatti rossi non mangerei proprio. Più che un rimedio anti abbuffata indurrebbe una dieta da fame. Quella del potere saziante del sangue (rosso) della carne cruda in effetti non l’avevo considerata, però non è mica male come spiegazione.

    • Per fortuna in famiglia abbiamo tutti una preferenza per il bianco senza fronzoli e senza trasparenza così dopo un paio di tentativi di cambiare abbiamo capito che se non è bianco perfetto non ci si riesce proprio a mangiare e quindi non perdiamo nemmeno un secondo a sceglierle tra le mille possibilità del mercato. Coi bicchieri invece è un disastro formi colori disegni e trasparenze… non ci troviamo proprio su nulla, infatti ognuno h il suo 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo-divulgazione
logo-carnevale